Amministrazione trasparente

“Vegetabilia Party ” 24 giugno 2016

Logo vegetabilia_Pagina_1_Immagine_0001
VEGETABILIA
RICETTE AL MERCATO

Frutta e verdura per l’educazione alimentare delle famiglie con la nuova pubblicazione edita da CAAB contestualmente all’inaugurazione della Nuova Area Mercatale. Settantadue pagine ricche di consigli d’autore, ricette e informazioni, con il contributo di grandi chef -Moreno Cedroni, Filippo La Mantia, Simone Salvini – e con le ricette degli operatori mercatali di Bologna. Postfazione di Patrizio Roversi. Sara’ il biglietto da visita della Nuova Area Mercatale in occasione dello showcase per operatori nazionali e internazionali organizzato venerdì 24 giugno nella sede NAM.

NAM con la movimentazione ogni anno di oltre 2.400.000 quintali di ortofrutta si conferma il mercato più innovativo ed efficiente in Europa sul piano della commercializzazione agroalimentare, e ha ridotto del 60% i tempi di lavoro e consegna dell’area mercatale CAAB.

BOLOGNA – Siamo davvero cio’ che mangiamo, come sosteneva Feuerbach? Il tema della sostenibilità alimentare rientra da sempre nella mission portante di CAAB, il Centro AgroAlimentare di Bologna: una priorita’ che si e’ confermata con l’inaugurazione della Nuova Area Mercatale del Centro, concepita come il più innovativo mercato ortofrutticolo d’Europa. Un’area in cui si promuove ogni giorno la produzione, commercializzazione e quindi il consumo di frutta e verdura sostenibili e di alta qualità: sono oltre 2.400.000 i quintali di ortofrutta annualmente commercializzati al CAAB nel segno della salutare alimentazione, con particolare riferimento alla Dieta mediterranea, l’unica sostenibile sia dal punto di vista della produzione che del consumo alimentare. Proprio di questa dieta frutta e verdure sono coordinate essenziali. Da oltre quindici anni CAAB promuove l’educazione alimentare attraverso il progetto Vegetabilia dell’Azienda USL per le scuole di Bologna e provincia, e ulteriori step della campagna di educazione alimentare promossa da CAAB sono stati i 100 Orti urbani, assegnati in concessione a famiglie con figli e a giovani under 30 della città; cosi’ come l’insediamento di 80mila api urbane in collaborazione con Conapi, l’ideazione e promozione del Bologna Award for Food and Substainability, la prima edizione del Premio Internazionale per la sostenibilita’ Agroalimentare consegnato nel settembre 2015, nella sede di Expo, allo scienziato Salvatore Ceccarelli e a NAMA – Northwest Atlantic Marine Alliance. Da queste premesse nasce la pubblicazione “Vegetabilia. Ricette al mercato”, edita da CAAB in vista dello showcase di venerdi’ 24 giugno che porterà a Bologna centinaia di operatori nazionali e internazionali del settore. Un importante “biglietto da visita” concepito nel segno di fruit&vegetables quali coordinate cartesiane per una curva di vita salutare, ingredienti irrinunciabili per la nostra quotidianità. Settantadue pagine ricche di consigli d’autore per declinare frutta e verdura in ricette sfiziose: con dissertazioni coloratissime e saporite a cura di grandi protagonisti della cucina del nostro tempo, come gli chef Moreno Cedroni, Filppo La Mantia, Simone Salvini. E con un’altrettanto sapida postfazione di Patrizio Roversi, che insieme al presidente CAAB Andrea Segre’ aveva curato per il web le video ‘pillole’ legate al grande progetto di educazione alimentare “da CAAB a FICO”: diventando cosi’ il primo testimonial dell’impegno del Centro AgroAlimentare di Bologna per la sostenibilità, dal campo alla tavola. Il cuore della pubblicazione offre ventuno schede e altrettante ricette proposte dagli operatori commerciali di CAAB, che ogni giorno selezionano frutta e verdura di qualità per il mercato di Bologna. Curata dall’Area Marketing CAAB con Laboratorio delle Idee, Moltefacce srl e studio Immedia Volpe&Sain,
«Qualità, sostenibilità e sicurezza – spiega il presidente di CAAB Andrea Segrè – sono stati il criterio ispiratore della Nuova Area Mercatale, anche in vista del completamento del Parco Agroalimentare FICO Eataly World: sin d’ora CAAB, con oltre 100mila analisi annue sui principi attivi e micro-organismi di frutta e verdura e con il suo forte impegno verso gli investimenti innovativi, è riferimento di un progetto di promozione dell’educazione alimentare unico in Italia, che culminerà nella realizzazione della Fabbrica Italiana Contadina. Questi presupposti si riverberano nella nuova pubblicazione che veicoleremo venerdi’ sera per tutti gli operatori in visita a CAAB». «“Vegetabilia. Ricette al mercato” declina in chiave di degustazione un primato prezioso di qualitaà che ci è riconosciuto a livello mondiale- sottolinea il Direttore Generale Alessandro Bonfiglioli – Nel 2014 CAAB aveva sottoscritto un protocollo di intesa anche con la Municipalità di New York e il suo Green Market, e in questi anni è divenuto esempio per omologhe strutture mercatali di tutto il mondo: delegazioni di Francia, Belgio, Brasile, Cina, Giappone e USA, per fare solo alcuni esempi, hanno fatto tappa qui per assimilare il sistema sicurezza dei prodotti alimentari».

“Vegetabilia. Ricetta al Mercato” sarà disponibile per tutti su richiesta in formato pdf (scrivere a mar[email protected] ) e fino ad esaurimento in formato cartaceo per le prime 50 richieste.

La Nuova Area Mercatale di CAAB è una struttura di dimensioni ridotte rispetto al precedente corpo di fabbrica, ma con performance logistiche, di sostenibilità e di sicurezza superiori. Cinquantamila metri di estensione, 50 bocche di carico lungo il perimetro e fino a 30 nell’area comune, oltre 10.000 mq. di celle frigo nuove e a basso impatto energetico: sono i numeri di NAM, la Nuova Area Mercatale da oggi – martedì 19 aprile – operativa e a pieno regime nell’area del CAAB – Centro Agroalimentare di Bologna. NAM è interamente occupata da un centinaio di produttori ortofrutticoli e da 16 concessionari grossisti, intorno ai quali operano 17 attivita’ commerciali e di servizio, 16 attivita’ produttive e logistiche. Stabilimento e uffici sono totalmente ecosostenibili dal punto di vista energetico grazie all’impianto fotovoltaico in fase di ampliamento (100.000 mq per 11 milioni di Kwh), sono riscaldati con pompe di calore e dotati delle più recenti tecnologie informatiche antisismiche ed antincendio, di wifi e fibre ottiche, di illuminazione a led e basso consumo. La Nuova area Mercatale è composta da un’unica grande galleria della lunghezza di 400 metri e dotata di una piattaforma centralizzata con capacità di carico/scarico contemporaneo di 29 automezzi pesanti. Il progetto, sviluppato da Toyota Academy, Divisione Training & Consulting di Toyota Material Handling Italia, prevede una maggiore velocità negli spostamenti interni delle merci e quindi nel carico/scarico, caratteristica fondamentale in un mercato con funzione re-distributiva quale quello di Bologna. Passando da una movimentazione delle merci tradizionalmente “push” ad una “pull”, ovvero tirata dalla “spedibilità” ai clienti sono stati ridefiniti tutti i flussi informativi, consentendo la tracciabilità, riducendo i tempi di attesa delle merci all’interno dell’area mercatale, potenziando l’affidabilità di ogni spostamento logistico. I tempi logistici risultano dunque inferiori del 60% circa e corrispondono a costi più bassi e a costi gestionali inferiori. NAM sostiene gli stessi volumi logistici gestiti sino ad oggi dal Mercato CAAB – oltre 450.000 pallet annui in ingresso e in uscita – in un’area che si è contratta del 75%, utilizzando 20 baie di carico contro le 80 della precedente struttura.

INFO: www.caab.it

PRESS: CAAB Bologna [email protected]
volpe&sain cell 3922067895 / 3356023988

Rassegna stampa completa – Vegetabilia Party –

Interviste al Presidente di Caab Andrea Segrè, al Direttore Generale del Caab Alessandro Bonfiglioli, all’AD di Fico Eatalyworld Tiziana Primori e all’Assessore regionale dell’agricoltura Simona Caselli in occasione del Vegetabilia Party e della conferenza stampa del 22 giugno

https://youtu.be/Iux2pXwEr7Y

https://www.youtube.com/watch?v=vr-1Fvpo9ZA

https://youtu.be/2TnfdMkV4vI

https://youtu.be/pA9oapSdXrU

http://nettunotv.tv/bologna/doppia-presentazione-oggi-nell%E2%80%99area-mercatale-del-caab-alla-presenza-del-presidente-del-caab-prof-andrea-segr%C3%A8-e-del-direttore-alessandro-bonfiglioli-radio-nettuno-tv-18-1585.html

http://www.viaemilianet.it/caab-mercato-sostenibile/#.V3Oc8PmLTct  

CAAB: DA BOLOGNA ALLA TRIENNALE DI MILANO, PER RACCONTARE IL PROGETTO FICO EATALY WORLD

IL SUO IDEATORE, IL PRESIDENTE CAAB ANDREA SEGRE’, GIOVEDI’ 13 NOVEMBRE COORDINERA’ IL CONVEGNO DEDICATO A “PROGETTARE CIBO NELLE FATTORIE URBANE DEL FUTURO, UNA NUOVA DIMENSIONE DELLA CITTÀ”, ORGANIZZATO NELL’AMBITO DI URBANPROMO 2014, LA MANIFESTAZIONE DI RIFERIMENTO PER LA RIGENERAZIONE URBANA PROMOSSA DALL’ISTITUTO NAZIONALE DI URBANISTICA E DA UBIT. SEMPRE NELL’AMBITO DI URBANPROMO, CAAB SARA’ PRESENTE CON I VIDEO“DA CAAB A FICO: UN VIAGGIO IN PILLOLE”, UNA PRODUZIONE D’AUTORE FIRMATA MOVIE MOVIE, CON ANDREA SEGRE’ E PATRIZIO ROVERSI.

 

BOLOGNA – Urbanpromo, la manifestazione nazionale di riferimento per il marketing urbano e la rigenerazione urbana in programma alla Triennale di Milano dall’11 al 14 novembreha scelto CAAB per raccontare ai suoi visitatori i presupposti e gli obiettivi di FICO Eataly World, la Fabbrica Italiana Contadina che sorgerà nell’area del Centro Agroalimentare per un’estensione di 80mila metri quadrati. Sarà proprio l’ideatore di FICO, il presidente CAAB Andrea Segrè, a coordinare, giovedì 13 novembre, il convegno organizzato nell’ambito dell’11^ edizione di Urbanpromo:“Progettare Cibo nelle Fattorie Urbane del futuro, una nuova dimensione della città” è il tema del confronto che vedrà a confronto un gruppo di lavoro moderato da Andrea Segrè, con interventi degli esperti Andrea SistiPresidente Consiglio dell’Ordine Nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali, Sabrina Diamanti e Mattia Brusti, Consiglieri Nazionale CONAF, Enzo Eusebi, NOTHING studio, Stefano Stanghellini, docente presso l’Università Iuav di Venezia.  Il progetto del primo Parco Agroalimentare mai concepito, FICO Eataly World, sarà fra i leitmotiv della riflessione intorno a “La dimensione della Fattoria globale per la sostenibilità dell’ambiente urbano”: Il convegno, che si aprirà alle 14.30 nella Sala LAB di Triennale, rientra tra le attività di avvicinamento a EXPO2015 Milano del Conaf e della WAA – World Association of Agronomists. Il tema universale della sostenibilità delle produzioni agricole e zootecniche, la loro salubrità, la loro qualità, l’eccesso o la scarsità, la trasformazione dell’identità dei territori e la necessità di dover sfamare nel 2050 oltre 9 miliardi di persone sono questioni legate ai presupposti e al progetto FICO, e alla campagna di educazione alimentare che sarà collegata all’avvio del Parco Agroalimentare. Rigenerazione urbana significa anche riprogettare le città perché possano diventare produttrici di cibo: si dovranno “progettare i processi produttivi” anche attraverso la trasformazione dei prodotti nei quartieri delle città, la cosiddetta trasformazione agroalimentare di prossimità. In questo senso, Bologna potrà trovare riferimenti preziosi nella grande ricostruzione delle filiere agroalimentari alla base di FICO. Al convegno è previsto anche il contributo di Giovanni Ginocchini di Urban Center Bologna su “Ortipertutti. Concorso di progettazione per un’orticoltura urbana di nuova generazione”. Nell’ambito di Urbanpromo 2014, CAAB sarà inoltre presente con i video “Da CAAB a FICO: un viaggio in pillole”,  una produzione ‘d’autore’ che il Centro Agroalimentare di Bologna ha voluto promuovere per raccontare, in quattro tappe, com’è nata l’idea di FICO Eataly World Bologna affidandola a Movie Movie dei filmmaker Nene Grignaffini e Francesco Conversano, fra i maggiori protagonisti della tradizione documentaria italiana. I visitatori di Triennale potranno quindi addentrarsi nel viaggio alla scoperta del nascituro Parco agroalimentare, per meglio approfondire le prospettive che, con la nascita di FICO, concretamente si apriranno per la città e per l’intero comparto agroalimentare italiano. Il video si articola nel dialogo in quattro tappe fra uno dei volti più familiari al pubblico bolognese e nazionale, Patrizio Roversi, conduttore di Linea Verde su Rai1, e il presidente del CAAB Andrea Segrè.Sarà l’occasione per ritrovare, alle ‘origini’ del CAAB, il Centro direzionale poi trasformato nella nuova sede per la gloriosa facoltà di Agraria a Bologna, per approfondire le iniziative di avanguardia come l’impianto fotovoltaico divenuto il più ampio su tetto in Europa, e le la dotazione dei 100 orti urbani messi a disposizione delle famiglie under 30 nei mesi scorsi. «Si prevede che, per le sue caratteristiche di sorprendente e unico Parco tematico Agroalimentare, FICO potrà movimentare su Bologna fra i 3 e i 5 milioni di turisti all’anno – spiega Andrea Segrè – Offrirà uno straordinario progetto di educazione alimentare a tutti i visitatori, italiani e stranieri, e in particolare ai giovani: una grande fattoria didattica che richiama e valorizza le eccellenze dell’agricoltura italiana di qualità». Info: www.caab.it

http://urbanpromo.it/2014/progetti/fico-eataly-world-bologna-valorizzare-un-patrimonio-pubblico-e-lagroalimentare-intaliano/

 

INFO STAMPA  [email protected] – cell 3922067895 – 3356023988

Comunicato stampa (clicca per scaricare)

 

FICO Eataly World Bologna – Conoscere il mondo dell’eccellenza enogastronomica italiana…divertendosi

FICO Eataly World Bologna vuole raccontare al Mondo l’eccellenza enogastronomica italiana, racchiudendo in una location unica la tradizione, la cultura e le competenze italiane legate al cibo di alta qualità.

FICO vuole diventare la struttura di riferimento per la divulgazione e la conoscenza dell’agroalimentare italiano, il luogo di incontro per tutti coloro che amano il cibo e che di esso vogliono conoscere i segreti e la tradizione, ricercandoinformazioni ed esperienze uniche. Un luogo dove si fa educazione alimentare e ambientale.

La scelta di Bologna è strategica: città dalla lunga tradizione agroalimentare e gastronomica, oggi ottimamente collegata a tutte le principali città italiane ed estere.

I protagonisti del progetto, ideato alla fine del 2012, sono:

  • ·         CAAB – Centro Agroalimentare di Bologna, che ha apportato parte del proprio patrimonio immobiliare, attualmente occupato dagli operatori del mercato ortofrutticolo;
  • ·         Comune di Bologna che con il brand Bologna City Of Food vuole farsi promotore e coordinatore di tutte le iniziative dedicate ai temi dell’alimentazione che avvengono nell’area metropolitana di Bologna;
  • ·         Eataly, che ha realizzato il progetto architettonico e che, con COOP Adriatica, ha costituito ad Ottobre 2014 Eataly World Bologna, società che avrà il compito di gestire e promuovere il parco;
  • ·         Prelios SGR che ha istituito e gestisce il fondo immobiliare PAI (Parco Agroalimentare Italiano) in cui confluiscono il patrimonio immobiliare e i fondi provenienti da altri partner finanziari del territorio.

FICO Eataly World Bologna comprenderà:

  • ·         7.000 mq di orti e frutteti;
  • ·         4.000 mq di allevamenti dimostrativi;
  • ·         2 acquari;
  • ·         11.000 mq per 44 laboratori artigianali;
  • ·         20 ristoranti;
  • ·         10 aule didattiche;
  • ·         4.000 mq dedicati ad eventi e congressi.

Gli obiettivi:

  • ·         3.000 posti di lavoro diffusi sul territorio
  • ·         800 persone che lavoreranno all’interno del parco
  • ·         5,8 milioni di visitatori all’anno
  • ·         400.000 studenti coinvolti nelle attività didattiche
Verso il Parco Agroalimentare FICO Eataly World – Da martedì 28 ottobre un video wall in Salaborsa racconta l’evoluzione del progetto

BOLOGNA – Da martedì 28 ottobre un grande parallelepipedo di 4 metri per 2,5 sarà montato nella piazza coperta di Salaborsa, sul lato bar dell’atrio, per raccontare, da un video wall di 3 metri per 2, il progetto del Parco Agroalimentare Fico – Eataly World.

Sullo schermo sarà mostrato in anteprima ai visitatori un nuovo filmato su Fico, assieme ai video di City of Food is Bologna e ai rendering del parco tematico dell’agroalimentare. L’iniziativa è promossa dal CAAB con il Comune di Bologna in una logica di accountability, per rendere conto alla cittadinanza della genesi, dell’evoluzione e della realizzazione del progetto.

Su un lato del totem ci sarà anche una postazione video più piccola in cui gireranno in continuo i quattro minidocumentari “Da CAAB a Fico: un viaggio in pillole”, della durata di 4 / 5 minuti ciascuno: una videoproduzione ‘d’autore’ che il Centro Agroalimentare di Bologna ha affidato alla regia dei filmmaker Nene Grignaffini e Francesco Conversano. Quattro brevi dialoghi fra Patrizio Roversi e il presidente del CAAB Andrea Segrè raccontano com’è nata l’idea di un Parco tematico Agroalimentare e come si è sviluppato il progetto, illustrando anche le sue potenzialità e prospettive per la città metropolitana e per l’intero comparto agroalimentare italiano. Sul lato posteriore al video wall sarà predisposta una parete con lo storyboard dell’operazione”.

 

press: [email protected] (0039) 3922067895  CAAB www.caab.it

  • Patrizio Roversi e Andrea Segrè

    Patrizio Roversi e Andrea Segrè

  • Patrizio Roversi e Andrea Segrè

    Patrizio Roversi e Andrea Segrè

Il Presidente del CAAB Andrea Segrè fra i vincitori dei premi “CAPITANI DELL’ANNO 2014”
  • logo last minute market

    logo last minute market

  • logo spreco zero

    logo spreco zero

  • Andrea Segrè

    Andrea Segrè

IL PRESIDENTE DEL CAAB ANDREA SEGRE’ FRA I VINCITORI DEI PREMI “CAPITANI DELL’ANNO 2014”, PER ESSERE STATO “MOTORE” DEL PARCO AGROALIMENTARE F.I.CO. SABATO 25 OTTOBRE A BOLOGNA LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

BOLOGNA – Il presidente del CAAB Andrea Segrè, per essere stato “motore” del Parco Agroalimentare F.I.CO., è fra i vincitori del Premio ‘Capitani dell’Anno’ che, dopo un anno di successi raccolti in alcune delle principali città italiane (da Genova a Firenze, da Roma a Milano), torna a Bologna per iniziativa di Editutto e Studio Professionale Maurizio Godoli (Membro indipendente del Gruppo Baker Tilly International). I Premi, che si propongono di valorizzare protagonisti importanti del patrimonio culturale e imprenditoriale, saranno consegnati  sabato 25 ottobre alle ore 10 e 45 nella prestigiosa Sala dello Stabat Mater dell’Archiginnasio di Bologna. Una cornice d’eccezione per il riconoscimento patrocinato dalla Regione Emilia Romagna, dalla Provincia e dal Comune di Bologna.

Il prof. Andrea Segrè, dal 2012 presidente del CAAB – Centro Agroalimentare di Bologna, ha ideato e promosso, con il Comune di Bologna, il Parco tematico Agroalimentare italiano che sarà gestito da Oscar Farinetti (EatalyWorld-Bologna – F.I.CO, Fabbrica Italiana Contadina). Un’area di 80 mila metri quadrati dedicata alle eccellenze del patrimonio agroalimentare italiano e all’educazione alimentare. Così lo definisce Andrea Segrè: «Un sorprendente e unico parco tematico agroalimentare, uno straordinario progetto di educazione alimentare per offrire a tutti i visitatori, italiani e stranieri, e in particolare ai giovani, una grande “fattoria didattica” che richiama e valorizza le eccellenze dell’agricoltura italiana di qualità: coltura e cultura, storia e futuro, salute e ambiente»

Andrea Segrè è professore ordinario di Politica agraria internazionale e comparata all’Università di Bologna dove è direttore del Dipartimento di Scienze e Tecnologie agroalimentari.

È fondatore e presidente di Last Minute Market, spin off dell’Università di Bologna, divenuto eccellenza nazionale ed europea per contrastare gli sprechi alimentari: rappresenta l’Italia all’interno del progetto Fusions (Food Use for Social Innovation by Optimising Waste Prevention Strategies), VII programma quadro della Commissione Europea per la prevenzione dello spreco alimentare.

Nel 2013 ha costituito, con la partnership tecnica di SWG, Waste Watcher, il primo Osservatorio nazionale sugli sprechi alimentari domestici.

Ha ideato la campagna europea Un anno contro lo spreco, attraverso la quale ha promosso la Dichiarazione congiunta ripresa, negli obiettivi portanti, dal Rapporto di Iniziativa del Parlamento Europeo approvato in sessione plenaria nel gennaio 2012 per istituire l’Anno Europeo contro lo spreco e chiedere di dimezzare gli sprechi di cibo negli Stati membri entro il 2025.

Ha promosso la Carta per gli enti territoriali a Spreco Zero, sottoscritta da centinaia di sindaci delle città italiane, costituitisi poi in associazione: Sprecozero.net.

Nel luglio 2014 è stato nominato dal Ministro dell’Ambiente presidente del Comitato tecnico scientifico del Piano Nazione di Prevenzione Rifiuti con il fine anche di coordinare il Piano Nazionale per la prevenzione degli sprechi alimentari – PINPAS.

Nel 2012 gli è stato assegnato il Premio Artusi.

Ultimi saggi:

Primo non sprecare per I Corsivi del Corriere della Sera-RCS, 2014

Spreco per Rosenberg & Sellier, 2014

Vivere a spreco zero per Marsilio, 2013

Economia a colori per Einaudi, 2012

www.andreasegre.it

www.lastminutemarket.it

www.unannocontrolospreco.org

www.caab.it

Info stampa e interviste

Volpe&Sain

daniela volpe cell 3922067895

[email protected]

Missione New York: Bologna is City of Food 2014
9/13 Ottobre 2014
MissioneNew York Bologna is City of Food + announces partnership with growNYC at Eataly’s Scuola Grande